Casa delle Grotte di Ara

Centro Visite Parco Monte Fenera

Le Grotte di Ara tra Folklore, Magia e Scienza

Il nome stesso del monte Fenera sembrerebbe derivare da fena ossia la fata o la strega.

L’aura magica che circonda questo luogo non è conservata solo dalle parole: da sempre le donne dei paesi intorno  si recano alle grotte del Magiaiga per cercare i sass bianc”, ovvero i frammenti di quarzite che il torrente trascina con sé, poiché essi sarebbero in grado di portare energia e benessere a chi li possiede.

E’ inoltre consuetudine diffusa accompagnare presso il giardino, durante la stagione estiva, i bambini di salute cagionevole, perché respirando le sostanze che l’acqua produce scorrendo sulle rocce, ne risultino fortificati.

Già alla fine dell’ottocento, le grotte hanno attirato l’attenzione degli studiosi che hanno recuperato importanti testimonianze archeologiche e paleontologiche. Nel 1871 fu rinvenuta una mandibola, seppure incompleta, di un Rinoceronte di Merck, vissuto tra 130.000-80.000 anni fa durante Pleistocene superiore, ed altre indagini hanno riportato alla luce resti di Orso Speleo, estintosi circa 20.000 anni fa.

Casa delle Grotte di ara

 

Laboratorio di scheggiatura

Laboratorio di scheggiatura

monte fenera